domenica 20 aprile 2008

Amare (anche se banali) considerazioni storico - politiche.

Continua la lettura del libro "Terra!", di Stefano Benni, sia pure a rilento. Una storia scritta nel 1983, verso la fine della guerra fredda. Il libro è intriso del clima di quel periodo storico, non per niente la Terra nel racconto di Benni è regredita in una tremenda glaciazione, conseguenza di una serie di guerre atomiche tra le varie superpotenze. Un'immaginario ormai appartenente al passato. Basta guardare a casa nostra, la piccola italietta. Berlusconi (nostro futuro premier) e Putin (zar russo - ex capo del kgb) si sono di recente incontrati a mangiare e bere in una delle ville di Silvio, ridendo felici mentre il mondo va in rovina. Ormai il pericolo di una guerra mondiale tra blocchi contrapposti è scongiurato. I potenti della Terra ridono felici insieme, spartendosi il pianeta. Mi viene da piangere.

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Quanta amarezza, Cavaliere... Sarà anche scongiurato il rischio di guerra, ma intanto dietro casa mi costruiranno la più grande base americana d'Europa, e governi di destra e di sinistra non hanno fatto altro che mettersi a 90° (o meglio hanno messo noi a 90°) fregandosene di quello che pensa la gente. Berlusconi con la promessa di acquisto dei nostri aerei, e Prodi con la banale ed ipocrita scusa "ma non è colpa nostra" ha dato via ai lavori... ah... un dettaglio, gli appalti sono stati vinti da Cooperative rosse dove echeggiano nomi del governo Prodi... (Bersani, D'Alema...) Certe volte le coincidenze!
Neve

Anonimo ha detto...

ps. scusa lo stile e gli errori, ma ho scritto d'impulso..
Neve.

whiteknight ha detto...

Scongiurato il rischio di guerra? Se alludi alla guerra termonucleare globale come estrema conseguenza della contrapposizione tra i vecchi blocchi contrapposti della guerra fredda, sono d'accordo. In realtà credo che il rischio di conflitti "locali" (vedasi guerra in Irak) stia crescendo esponenzialmente, anche perchè molti nodi stanno venendo al pettine, su scala globale. Ci sono troppi squilibri in giro per il mondo. Circa noi italietti, bhè, è nel nostro codice genetico stare con il piede in quattordici scarpe, tendenzialmente a novanta gradi davanti al potente (o presunto potente) di turno.
Speriamo bene per il futuro, ma francamente credo che Berlusconi sia quanto di peggio il nostro panorama politico possa offrire.
Se devo dirla tutta, preferisco essere a novanta davanti agli USA piuttosto che a novanta davanti a Putin, l'amicone personale di Silvio. A parte questo, credo che la gestione del governo Berlusconi sia stata una delle peggiori in assoluto nella triste storia della Repubblica. Non lo dico io, ma fior di istituti di ricerca internazionali. A tal riguardo, ti consiglio di leggere la stampa estera, per vedere cosa pensano di noi. In nessun paese occidentale un'uomo come Berlusconi avrebbe potuto candidarsi, USA in testa, per evidenti conflitti d'interessi e per il suo strapotere mediatico. Senza contare che nei cinque anni in cui è stato al potere, la sua principale occupazione è stata modificare in tempo reale le leggi in base all'andamento dei suoi processi. Certo, da questo punto di vista il fatto che il governo Prodi abbia fatto passare l'indulto è stato uno scandalo (forse l'unico che gli si possa rinfacciare), ma non è affatto vero, secondo me, che tutta la nostra classe politica faccia schifo allo stesso livello. Ci sono grosse differenze. Certo, è molto più facile generalizzare, ma a mio modo di vedere le cose questo atteggiamento è troppo qualunquista. IMHO, ovviamente.

Anonimo ha detto...

Dal momento che sono andata a votare ed ho votato non credo che sia tutto marciume, o almeno spero. Certo che riguardo alla questione Vicenza i fatti sono tutt'altro che incoraggianti. Ormai sono cinquant'anni che c'è la Ederle a Vicenza, il 4 luglio è festa per loro come per noi ormai, la questione nuova base non è discutibile per una questione anti-americana, ma per una questione logistica e di risorse cittadine. (L'area preposta alla nuova base potrebbe ospitare di tutto e di più). C'è chi ci vede un vaso di Pandora, e chi no, personalmente non vedo tutto questo guadagno per la città, staremo a vedere. Certo il constatare che nessuna forza politica (se non l'estrema destra e l'estrema sinistra) si sia interessata in modo sostanziale alla questione se non cercando di guadagnarci sopra, non è granchè esaltante. Disillusione, non qualunquismo, ci sarebbe da parlare per ore, ma non è il caso.
Baci, Neve.

Anonimo ha detto...

WHITWKNIGHT, sei un lercio COMUNISTA DEL CAZZO!!!

Tanto sappiamo chi sei, e verremo a prenderti, non dubitare...

tu e quelle troie delle tue amichette

EIA EIA ALALA'

Meno male che Silvio c'è ha detto...

Ah ah ah!
Voi porci rossi ve la siete presa nel di dietro, ma anzichè fare sana autocritica e accettare il fatto che SIETE DEI DETRITI DEL PASSATO, adesso vi mettete a fare i sofisti e a coltivare la vostra cultura perdente del tanto peggio=tanto meglio. Ma se a voi porci rossi vi fa tanto schifo il Tricolore, se siete tanto froci da non volere più vivere nell'Italia, potente tornare in russia o in cina, dai vostri compagni del passato. Ma anche in quelle nazioni ormai il libero mercato sta avanzando, travolgendo inesorabile il fango comunista che ancora intasa le menti di qualcuno.
Circa la presenza Americana sul territorio, dobbiamo essere grati ai patrioti americani, pronti a morire per proteggere nazioni straniere dalla minaccia terroristica, come un tempo erano pronti a morire per proteggerci dalla minaccia sovietica, come ancora prima SONO MORTI DA EROI COMBATTENDO COME LEONI per eliminare l'orrore nazifascista, e farci conoscere le gioie del liberismo. Per questo gli dobbiamo eterna e imperitura gratitudine, altro che!!!
Mi fa schifo vedere tanti bloggers stracciarsi i vestiti perchè finalmente i rossi sono scomparsi dal governo della nostra nazione.
Berlusconi è il nuovo che avanza, è un genio visionario che ha capito che l'Italia ha bisogno di una svolta radicale, un miliardario che disinteressatamente ha raccolto la Croce di Cristo e si è caricato un fardello enorme sulla schiena (altrimenti chi glielo farebbe fare??), con spirito di sacrificio e abnegazione.
VERGOGNATEVI, SPORCHI ROSSI!!!!!

whiteknight ha detto...

Per Neve: bhè, affrontare certi temi in effetti è un pò complesso, comunque ci tenevo a sottolinare che secondo me bisogna stare attenti a non sprofondare nel qualunquismo totale, ma cercare sempre di farsi una propria idea delle cose. Circa il problema della Ederle, non saprei cosa dire, visto che non conosco questa realtà, nè quella della città che la ospita.

Per l'anonimo: vi aspetto alla neuro, poveri cialtroni pseudofasci.

Per meno male che Silvio c'è (??): mi sembra che hai le idee parecchio confuse, caro forzaitalista. Forse è il caso che prendi qualche ripetizione in fatto di storia, economia e politica. Chiedi un buono sconto al tuo amico Silvio. In alternativa, puoi sempre trasferirti ad Arcore, a pulire la tazza del cesso di Berlusconi. Sei un povero cialtrone ignorante e lobotomizzato, forse se sei all'altezza dell'impegnativo incarico (magari usando bene la lingua), il buon Berlusconi ti trova anche un posticino a spese dei contribuenti.