sabato 23 febbraio 2008

I bambini.

Il libro "Il viaggiatore notturno", di Maurizio Maggiani, è veramente un piccolo gioiello. Volevo assolutamente postare qualche frase significativa, un brano particolarmente efficace, insomma qualche cosa che rendesse l'idea della bravura di questo scrittore. Difficile, perchè il libro ne è pieno. Alla fine ho deciso di citare questo breve brano. Nel contesto della storia assume un significato molto più ampio - forse dovrei dire che assume diversi significati - ma anche preso in sè stesso è molto bello.

"So che potevano esserci mille motivi perché ci fossero due bambini lì. Proprio in quel giorno per niente adatto, proprio in quell'ora così poco confacente a due bambini soli. Proprio in quel posto.
Quello che sanno fare i bambini è essere sempre fuori posto, se non sapete guardare le cose con i loro occhi. Se non conoscete quello che sanno architettare e non sapete giocare ai giochi che vogliono giocare"

Maurizio Maggiani ha costruito un racconto molto poetico che è di fatto un perfetto e delicato intarsio di diverse storie, con continui flashback e interessanti riflessioni sul'Uomo e sulla vita. Lo ripeto: questo libro è un piccolo gioiello.

8 commenti:

encantada ha detto...

E' vero... se non si riesce a comprendere il modo di pensare e di vivere il mondo dei bambini non è facile capirli... bella frase.
Vedo che si sei dato alle letture blasonate.
Buona domenica, Cavaliere!

whiteknight ha detto...

Bella frase, mi ha fatto molto riflettere. Ma cosa intendi dire, esattamente, encantada, per "lettura blasonata"?

Anonimo ha detto...

Bella riflessione, alla fine sono i concetti più semplici a farci riflettere di più.
Baci, Neve.

Anonimo ha detto...

ti scoreggio in testa così ti pettino i capelli

il maniaco di Maniago

Piero ha detto...

Siate come i bambini, e vi saranno spalancate le porte del Paradiso.

whiteknight ha detto...

Riecco lo spammatore psicopatico, questa volta nelle vesti del maniaco di maniago (??!.)Scoreggia a casa tua, cialtrone!

encantada ha detto...

Per "lettura blasonata" intendo dire un libro scritto da un autore con la "A" maiuscola, la cui bravura sia suggellata da qualche premio letterario di un certo livello. Come ad esempio "Il viaggiatore notturno", che non ha vinto solo il Premio Strega 2005... insomma: letture di qualità! ;)

whiteknight ha detto...

Grazie per la precisazione, encantada. Comunque devo dire che non ho molta fiducia nel concetto di bravura "suggellata da qualche premio letterario". Tutto è discutibile.